TEGOLINO ,LE ORIGINI di Pizzo

TEGOLINO,LE ORIGINI

C’era una volta la storia di Tegolino un piccino di 6 anni con una deformazione al braccio che gli impediva di giocare bene a calcio e che gli rendeva la vita difficile in tante altre faccende.

Tegolino andava ad una scuola di suore a Roma e la, visse la maggior parte della sua infanzia bella e difficile .

Come in tante giornate Tegolino venne accompagnato a scuola dal papà e lasciato libero di andare dal suo compagnuccio preferito , Ettore.

Ettore: Buongiorno Tegolino

Tegolino:Buongiorno Ettore

Ettore : è passata Asia prima , si stava mangiando una merendina che le ha offerto un piccino di cui non so il nome

Tegolino: non mi dire queste cose di prima mattina, Asia è la solita di sempre . A me i bacetti non li da mai perché non ho mai niente da mangiare.

Tegolino , seppur piccino, era tremendamente innamorato di Asia , una piccina della sua scuola elementare con la quale aveva fatto anche l’asilo.

Tegolino andò da Asia per dei chiarimenti.

Tegolino: l’altra volta avevi detto che mi volevi un mondo di bene, ed adesso son venuto a sapere che ti fai offrire le merendine dagli altri senza dirmi niente , non credo che ti voglio come fidanzatina.

Asia , sentite le parole di Tegolino scoppiò in lacrime e scappò dalla classe .

Suor Giuseppina: Tegolino , piccino cattivo , cosa hai fatto alla tua compagnuccia ?

Tegolino : ha iniziato lei!

Suor Giuseppina : che ti ha fatto?

Tegolino: doveva essere la mia fidanzatina e invece da i bacetti in giro per delle merendine

Suor Giuseppina : adesso le chiedi scusa appena torna in classe.

Asia tornò in classe ancora con le lacrime agli occhi , andò da Tegolino e gli disse : cattivo , io non sarò mai la tua fidanzatina scordatelo .

Tegolino : scusami , non volevo ferirti. Asia bella , tu sei ancora la mia preferita.

Asia : non mi interessa affatto te sei tutto matto , non mi piaci più.

Tegolino recepì il messaggio e si mise sulle sue ,chiuso in se stesso.

Passarono i giorni ed il rapporto tra i due piccini non cambiò , venne il giorno in cui un piccino di nome Patrizio propose a Tegolino uno scambio di giocattoli ,Patrizio si prese con l’inganno la TARTARUGA NINJA di Tegolino in cambio di una biglia .

Tegolino era concentrato sul suo rapporto con Asia e così non si rese conto della truffa organizzata da Patrizio .

Tutto ciò fece andare sulle furie Tegolino che cercò Patrizio per tutta la scuola ed una volta che lo trovò gli diede un cazzotto talmente forte ed improvviso che lo stese.

Suor Giuseppina vide tutto .

Suor Giuseppina: Tegolino piccino cattivo, cosa hai fatto ? Adesso starai in punizione per una settimana intera . Passerai la ricreazione in un angolo del cortile.

Tegolino:no la prego la punizione no

Suor Giuseppina : questo ti meriti , e lo dirò al tuo papà.

Passarono i primi tre giorni senza ricreazione per Tegolino che aveva come unico esemplare di essere vivente vicino , Ettore, che gli portava le caramelle gommose di nascosto.

Tegolino vista la punizione che stava subendo si rese effettivamente conto che era stato cattivuccio cosi decise che doveva riscattarsi facendo ridere i piccini che gli passavano vicino dall’angoletto dove stava , e le suore.

Iniziò a cantare canzoni sue , improvvisate sul momento che divennero delle hit nel cortile.

sono stato un diavoletto

e vorrei far pace con Asia

pe la quale ci ho rispetto

me consolo qui all’angoletto

siamo tutti piccini piccini

che vonno na favola a letto.

La maggior parte di ciò che diceva Tegolino era riferito ad Asia che venne a sapere e lo venne a sentire.

Tegolino era veramente innamorato di Asia e i due piccini divennero presto fidanzatini.

Tegolino fu liberato dalla punizione di Suor Giuseppina visto che la suora vide Tegolino sinceramente pentito.

Tegolino coinvolse Ettore nel suo Show e continuò a canticchiare e a recitare per svariati anni.

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

MEGLIO DELL’ASSENZIO di Pizzo

stavo per andarmene come Zidane espulso dalla finale di coppa del mondo pe na capocciata da fuoriclasse fuori di testa ma tu mi hai riacchiappato hai dato alla mia vita un senso penso che se non ci fo

I WILL ROCCO di Pizzo

scotta scotta na cifra scotta na cifra scotta scotta scotta na cifra scotta na cifra scotta scotta scotta na cifra scotta na cifra scotta scotta scotta na cifra scotta na cifra scotta io rocko sopra o

SO VOLARE di Pizzo

morirò molto probabilmente in un manicomio pubblico e non potrete farci niente se non amarmi perche ho dato speranza a sto perdente non potrete farci niente se non amarmi perche ho dato speranza a sto

©2020 di CantautoreMaledetto. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now