TEGOLINO ED IL CAPPELLO DI PAGLIA di Pizzo


Erano vicini di ombrellone in spiaggia , al mare , in quel di Passoscuro , Roma. Tegolino e Coccinella si conobbero giocando a tirarsi la sabbia addosso l’un con l’altra, divennero profondi amici e le rispettive famiglie ormai si sorprendevano quando i due piccini non stavano insieme. Tegolino portava sempre con se un quadernino con i suoi temi , temi che gli aveva commissionato la suora-maestra come compiti per l’estate. Tegolino appena poteva cercava di leggere i propri temi a Coccinella che era più grande di lui di 4 anni, Coccinella aveva 12 anni. Coccinella disegnava di continuo con le matite colorate che si portava in spiaggia, vedeva Tegolino come il fratellino che non aveva, e lo amava a tal punto da fare pressioni alla propria mamma per andare a studiare alla scuola di suore di Tegolino. “Sai Coccinella , il fuoriclasse è colui che anche se non si vede per tutta la partita alla fine , all’ultimo, è capace di tirar fuori il colpo vincente per la vittoria” “Tegolino mio , il mondo non è come una partita di calcio , io di fuoriclasse non ne ho mai visti, non esistono” “Io sono un fuoriclasse ed un giorno te lo dimostrerò” disse Tegolino pieno di se. “Tu sei il mio fratellino , è meglio essere un fratellino bello e buono come te che un eroe”ribattè Coccinella . I due continuarono la discussione fino al momento in cui si accorsero di essere osservati da un anziano signore dai capelli rossi che stava palleggiando con un pallone di cuoio sulla riva del mare. “Coccinella andiamo a sentire che vuole quel citrullo !” “No Tegolino , aspettiamo che tornino all’ombrellone i nostri genitori” “Io vado con o senza te “ “ Da solo non ti lascio, vengo con te” I due piccini si avvicinarono un po curiosi ed un po intimoriti all’anziano roscio che palleggiava col pallone. “ Salve signore , perché ci stava guardando?” Dissero i due piccini quasi contemporaneamente. “ Bambini miei , ascoltavo quella vostra curiosa conversazione sul fuoriclasse. Bhe io sono un fuoriclasse ! Ho giocato a pallone con Falcao e Pelè i due più forti giocatori di sempre. Sono su di un livello, bambino mio ,che tu non arriverai mai” Tegolino :” Io sono un fuoriclasse!” Coccinella:” Come si permette a dire queste cose al mio fratellino” “Zitta te ! Stai cosi attaccata a lui per mancanza di affetto” rispose l’anziano roscio Tegolino :” Io sono un fuoriclasse e se vuole glielo dimostro subito” L’anziano roscio incominciò a palleggiare con i piedi , poi si fece andare il pallone sulla schiena e si mise a fare dei piegamenti sulle braccia ed infine disse :” Fai di meglio!” Tegolino provò a palleggiare ma non riuscì a fare tutte quelle cose che aveva visto fare dall’anziano signore . Si mise a piangere. “Vedi , non sei un fuoriclasse e ora stai facendo anche il piagnone , non combinerai mai niente di buono nella vita” disse l’anziano roscio che prese il suo asciugamano ed il suo pallone di cuoio e si dileguò. L’idea era stata instaurata nella mente di Tegolino, che poverello credette come un salame a tutte quelle cattiverie dell’anziano roscio. Coccinella tentò di rincuorarlo subito , ma niente Tegolino non ne voleva sapere. I due piccini tornarono all’ombrellone e la prima cosa che fece Tegolino fu iniziare a scrivere sul quadernino dei temi. Tegolino scrisse :

Con tutta la rabbia che ho scrivo questo tema. Non sarò mai come Maradona o come quell’anziano roscio che palleggiava sulla spiaggia ma poco mi importa. Dio mi ha dato un cervello e non solo i piedi , quindi con questa penna sul mio quadernino scrivo che fuoriclasse non è eccellere in una cosa per sentirsi superiori in quella cosa. Fuoriclasse è fare le cose bene in modo che altri prendano esempio per farle meglio , il fuoriclasse è tutto qui.

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

MEGLIO DELL’ASSENZIO di Pizzo

stavo per andarmene come Zidane espulso dalla finale di coppa del mondo pe na capocciata da fuoriclasse fuori di testa ma tu mi hai riacchiappato hai dato alla mia vita un senso penso che se non ci fo

I WILL ROCCO di Pizzo

scotta scotta na cifra scotta na cifra scotta scotta scotta na cifra scotta na cifra scotta scotta scotta na cifra scotta na cifra scotta scotta scotta na cifra scotta na cifra scotta io rocko sopra o

SO VOLARE di Pizzo

morirò molto probabilmente in un manicomio pubblico e non potrete farci niente se non amarmi perche ho dato speranza a sto perdente non potrete farci niente se non amarmi perche ho dato speranza a sto

©2020 di CantautoreMaledetto. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now