TEGOLINO E QUEL CATTIVACCIO DI SATANA di Pizzo

Aggiornato il: 3 mag 2020


Satana: Ooooh un nuovo bambino , nuova carne da macello . Questo però lo vedrei bene nelle vesti di un Dio in terra sempre pronto al sangue e alla guerra . Farò di questo pargoletto un mio discepolo .

Satana venne interrotto bruscamente da una voce soave.

Angelo custode: non lo avrai razza di bastardo , questo figlio di Dio crescerà buono e pulito ,ti invito a farti da parte.

Satana: scommettiamo ? Gli farò uccidere la sorella all’età di 8 anni sennò lo lascerò stare.

Angelo custode : sei crudele , lui comunque non ucciderà proprio nessuno ed io lo proteggerò sempre e per sempre dalle tue grinfie .

Tegolino , che è il bambino in questione , crebbe ambiguo .

Un pò picchiava i bambini della sua scuola elementare ed un pò era dolcissimo con la sua fidanzatina ,Asia .

Asia : ti stai facendo un sacco di nemici ,qui, a scuola, se continui cosi io sarò l’unica che ti vorrà bene.

Tegolino : non è colpa mia Asia bella , è che a volte mi sento come impossessato da una forza superiore che mi dice di fare le cose malvagie .

Asia : amore mio bello dillo alla tua mamma e al tuo papà . Non mi far preoccupare.

Tegolino ,che aveva da poco compiuto 8 anni ,andò tutto serio dai suoi genitori , dopo esser tornato da scuola e raccontò loro il suo disagio.

Tegolino: non so perchè ma compio azioni brutte che non voglio fare

Papà: hai solo 8 anni devi stare tranquillo , non hai fatto niente di grave

Mamma: dicci , sfogati , perche fai queste cose cattive?

Tegolino: è come se avessi delle voci che mi offuscano la retta via.

La mamma ed il papà di Tegolino , una volta sentito il figlioletto, si consultarono con Suor Giuseppina, la maestra di Tegolino , sul da farsi.

Le voci non erano ben viste da nessuno ed erano un difficile argomento da affrontare in pubblico, così Suor Giuseppina indirizzò Tegolino e tutta la sua famiglia verso un prete che ne sapeva una più del diavolo ,Fra Pasquale.

Tegolino quindi per un periodo passò il doposcuola da Fra Pasquale che lo aiutava con i compiti e lo indirizzava ,attraverso preghiere segrete , sulla strada giusta per un bambino.

Venne il giorno che Tegolino come impossessato recitò il seguente monologo al prete:

Prete tu non puoi evitare i miei cattivi presagi

io son vivo dapprima dei re magi

non puoi evitare con le preghiere

che io diventi un demone tutte le sere.

Ucciderò mia sorella

con un coltello da cucina

di mattina presto

quando non ci sarà nessuno in giro.

Il prete interruppe Tegolino l’impossessato e recitò la sua preghiera scaccia demoni:

Tu Satana cretino pensi male

a pensare che il bene

sia più debole del male

io non ho magia

ma rettitudine

e nel nome del padre

del figlio

e dello spirito santo

ti scaccio da questo bambino

lascialo in pace

o ti dovrò riprender a calci

ne so capace.

Tegolino si svegliò dalla trance e svenne .

Al risveglio Fra Pasquale gli fece alcune domande alle quali Tegolino non seppe rispondere.

Il prete iniziò Tegolino a delle pratiche esorciste e cosi per un pò lo tenne lontano dal male delle magie di Satana.

Tegolino ,come tutti gli italiani , venne iniziato al gioco del calcio ed iscritto ad una scuola .

Furono giorni quelli di puro spirito del male.

Tegolino venne soprannominato “cagnaccio” dal suo allenatore per il suo modo di giocare violento , era come impossessato quando giocava , ed era felice di esserlo, visti i risultati che otteneva. Tutto sembrava far pensare che si sarebbe compiuta la profezia di Satana ma intervenne di nuovo la famiglia che chiese aiuto di nuovo a Fra Pasquale.

Il prete portò Tegolino con se in un convento in montagna per farlo disintossicare da tutta quella violenza che stava rovinando Tegolino , i due iniziarono preghiere meditative su come riconoscere Satana quando ci parla e su come scacciarlo.

La più potente di queste preghiere scritte da Fra Pasquale è la seguente:

vattene tenebroso

è cosa mia

la mia vita

e in cuor mio

io aborro il malvagio

non voglio un assaggio

del tuo potere

e anzi lo distruggerò

in nome

dell’amor

che mi consiglia bene

a differenza tua

che sei veleno

e non la cura

ai mali che mi affliggono

vattene tenebroso

vattene.

Insieme a Fra Pasquale ,nel convento ,Tegolino tornò alla normalità di un bambino di 8 anni e tornò a Roma.

Tornò alla normalità o quasi , al suo rientro a scuola dalle suore scoprì che la sua fidanzatina ,Asia, lo aveva lasciato per mettersi con un amicuccio di sua sorella che era di un anno più grande di lui.

Tegolino andò su tutte le furie, l’unica persona alla quale voleva bene a scuola lo aveva abbandonato, allora Tegolino se la prese pure con Fra Pasquale che lo aveva portato alla solitudine in montagna .

Tegolino si chiuse in se stesso con i suoi demoni ed è allora che gli comparve Satana in persona .

Satana : Ciao Tegolino , il mondo è un vero schifo ! Ti hanno tutti lasciato da solo e ora non hai più nessuno con te . Fatti aiutare ! Io so come farti felice , ti darò i poteri di un Dio in terra , se solo te…

Tegolino: se solo io ? Parla bastardo di un diavolo!

Satana: dovrai uccidere tua sorella , è lei che ha presentato Asia al proprio amicuccio .

Tegolino : avrò qualsiasi potere ?

Satana: certo , sarai il mio braccio sinistro

Tegolino sembrava impossessato ancora una volta , quel colloquio con Satana lo stava condizionando in maniera negativa cosi rispose : si ucciderò mia sorella.

Venne la notte fatidica , Tegolino prese un coltellaccio in cucina e si avvicinò alla camera dove dormiva la sorella ,quando ad un tratto una luce lo accecò e da una porta fatta di fumo gli apparvero tutti i bei momenti vissuti con la sorella in famiglia .

Poi una voce lo spronò a svegliarsi dalla trance e gli disse:

Tegolino , io sono il tuo angelo custode

ma sei te che devi decidere

se vuoi il male o il bene dalla tua vita

ricorda gli insegnamenti di Fra Pasquale

ripeti la sua preghiera appena puoi

e svegliati da sta trance demoniaca

la vita a fin di bene è molto più fica.

Tegolino sopravvenne , gettò il coltello per terra e scoppiò in lacrime verso il proprio letto poi recito la preghiera di Fra Pasquale :

vattene tenebroso

è cosa mia

la mia vita

e in cuor mio

io aborro il malvagio

non voglio un assaggio

del tuo potere

e anzi lo distruggerò

in nome

dell’amor

che mi consiglia bene

a differenza tua

che sei veleno

e non la cura

ai mali che mi affliggono

vattene tenebroso

vattene.

Tegolino raccontò l’accaduto a Fra Pasquale , il prete regalò un rosario a Tegolino e si fece promettere che avrebbe pregato tutte le sere contro le forze del male ed in piu disse al bambino:

tu sei una forza della natura

e hai sconfitto il male

con l’aiuto del tuo angelo custode

non aver paura di Satana

perchè Satana

si ciba della tua paura

io so che tu sei forte ed in gamba

piu del sottoscritto

hai messo tutti a tacere

e sul malvagio

HAI VINTO!

Tegolino non fu piu impossessato , si fidanzò di nuovo con Asia e visse felice e contento.

18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

MEGLIO DELL’ASSENZIO di Pizzo

stavo per andarmene come Zidane espulso dalla finale di coppa del mondo pe na capocciata da fuoriclasse fuori di testa ma tu mi hai riacchiappato hai dato alla mia vita un senso penso che se non ci fo

I WILL ROCCO di Pizzo

scotta scotta na cifra scotta na cifra scotta scotta scotta na cifra scotta na cifra scotta scotta scotta na cifra scotta na cifra scotta scotta scotta na cifra scotta na cifra scotta io rocko sopra o

SO VOLARE di Pizzo

morirò molto probabilmente in un manicomio pubblico e non potrete farci niente se non amarmi perche ho dato speranza a sto perdente non potrete farci niente se non amarmi perche ho dato speranza a sto

©2020 di CantautoreMaledetto. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now